Nuda proprietà, si può riacquistare!

Spesso un anziano genitore cede la nuda proprietà della propria casa ad un figlio o ad altri per procurarsi liquidità da destinare ad integrare la pensione. Ma è poi possibile eventualmente riacquistare la nuda proprietà  in caso di ripensamento?

Il caso sottoposto al Corriere della Sera è quello di un 77enne che tempo fa ha donato al figlio la nuda proprietà di una casa vacanze (mantenendo quindi l’usufrutto), ma ha deciso ora di riacquistarla.

La riacquisizione della nuda proprietà è possibile, se esiste un accordo tra le parti. Se non viene pagato un prezzo, si può procedere per donazione per mutuo dissenso, tramite atto notarile con tutte le caratteristiche, compresa la tassazione, di una nuova donazione.

La base imponibile in questo caso si calcola moltiplicando la rendita catastale per 126, il coefficiente delle seconde case, e decurtato – nel caso del richiedente, che ha 77 anni – del 30%. Una volta trovata la base imponibile, le tasse ammontano al 2% per le ipotecarie e all1% per le catastali. Entro il milione di euro si è poi esenti dall’imposta di donazione.

In caso di pagamento di un prezzo invece l’imposta di registro applicata sarebbe del 9% mentre le imposte ipotecarie e catastali aumenterebbero a 100 euro.

Fonte: Idealista.it

Posted in Consigli

giovedì Gen 09 10:38 am

Nessun commento

DOVE SIAMO

30 ANNI DI ESPERIENZA

L'Agenzia Immobiliare Aldo Bruschi di Stepanenko Nataliia & C. sas è il marchio storico della Famiglia Bruschi che da sempre si contraddistingue per valori e…

Learn More