Agevolazioni prima casa 2019

, , ,

L’applicazione del beneficio fiscale prima casa comporta l’applicazione dell’imposta di registro in misura ridotta. Si ricorda, innanzitutto, che quando si parla di agevolazioni per l’acquisto della prima casa se il venditore è un privato o un’impresa che vende in esenzione Iva: le imposte da versare con i benefici prima casa sono nella misura del 2% anziché del 9%, dell’IVA del 4% anziché del 10% e le imposte ipotecaria e catastale in misura fissa di 168 euro (dal 2014, 200 euro) anziché del 2% e dell’1% del valore catastale.

Agevolazioni per l’acquisto della prima casa per i soggetti che vendono e riacquistano casa entro 12 mesi usufruendo delle agevolazioni prevede la possibilità di sottrarre l’imposta da pagare con quella già pagata per l’acquisto della precedente abitazione.

In poche parole chi vende una prima casa entro 5 anni dall’acquisto – e non acquista entro 12 mesi un nuovo immobile da destinare ad abitazione principale – perde il diritto agli sconti di cui ha usufruito al momento di stipulare il rogito.

Un rilevante e determinante vantaggio fiscale e di risparmio che incide sulle decisioni di investimento e acquisto di case, ville, appartamenti e immobili in genere. Già acquisto delle seconde case dopo il 2014 viene, di fatto, fortemente  penalizzato. Solo ai fini dell’imposta di registro il differenziale tra l’imposta applicata sulla prima è del 2% mentre sulla seconda è del 9%, la differenza a livello di costo, è notevole.

Posted in Novità 2019

lunedì Gen 28 6:22 pm

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DOVE SIAMO

30 ANNI DI ESPERIENZA

L'Agenzia Immobiliare Aldo Bruschi di Stepanenko Nataliia & C. sas è il marchio storico della Famiglia Bruschi che da sempre si contraddistingue per valori e…

Learn More